L’UOMO CHE NON POTEVA AMARE 2 – RIVELAZIONI

Gli asciugamani piccoli di spugna, cacciati a forza in bocca, sono utili per silenziare gli entusiasmi in una corsia d’ospedale, quando si ripassa educazione sessuale. Gli altri pazienti vorrebbero anche fare qualche domanda o un piccolo applauso, ma stanno facendo finta di dormire e uscirebbero dal personaggio. La donna sta richiudendo i bottoni sulla scenografia. L’uomo dal ciuffo prodigioso sbadiglia mentre si passa una mano fra i capelli.
Uomo: – Credo che ora dormirò meglio. Grazie Gloria –
Gloria: – Perché ci siamo ritrovati? –
Uomo: – Dove vuoi arrivare? –
Gloria: – Che sciocco sei! Però sono contenta che tu abbia smesso con quella storia di non poter amare –
Uomo: – Gloria te l’ho detto: io non posso amare –
Gloria: – … ma… e prima?! –
Uomo: – Ti sei spogliata, mi sono eccitato, mi hai dato soddisfazione, il mio corpo è appagato… grazie –
Gloria: – SEI UN MOSTRO! –
Correndo via in lacrime Gloria non sente l’uomo pronunciare sbadigliando: – dove vuoi arrivare? –

TO BE CONTINUED

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s