un pensiero al giorno

Mi sono autoimposta di scrivere un articolo al giorno. Non importa la lunghezza o l’argomento, deve essere un articolo in sé completo e deve significare qualcosa.

L’impegno può sembrare una di quelle sciocche scommesse con se stessi, perse ancora prima di cominciare. Invece, una volta che si sia deciso di portarlo a fondo, non è per nulla sciocco e non è per nulla banale. Per la prima sera posso cavarmela con una riflessione sull’impegno preso (anche se avrei potuto farlo da qui a una decina di giorni/articoli, riflettendo un po’ retrospettivamente), ma oramai il gioco è consumato e da domani dovrò scrivere qualcosa sul serio. Quando inizierò a pensarci? Domattina appena alzata? E scriverò subito? Oppure sarà il primo promemoria rimandato della lunga giornata? Rifletterò sul pezzo saltellando incerta sul tapis roulant? Lo rimuginerò sotto la doccia? In ufficio penserò: dannazione, non posso fermarlo su carta ora!

Porterò con me un taccuino nero, già usato per gli appunti sui Tarocchi, e sarà il mio monito e il mio amico: un pensiero fugace verrà legato alle sue pagine.

Mi ritroverò poi la sera, dalle parti delle 23.00 e qualchecosa, a sfogliarlo, a cercare e spulciare, sperando ci sia qualcosa in cui frugare e di nuovo mi dirò: però non è banale trovare qualcosa anche oggi, anche stasera mentre sono così stanca. Però potrei dire che una piccola scommessa con se stessi…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s