Del dolore (fisico)

image Personalmente mi sono sempre battuta contro la ritrita battuta delle mie amiche:
– Se rinasco, rinasco uomo che essere donna è davvero sfigato! – Però ci sono dei periodi, diciamo dei periodi che si ripetono mensilmente in modo adeguatamente regolare, che mi fanno pensare, non certo che essere donna sia sfigato, questo mai nella vita, ma che nascere uomo sia ben più comodo. Intanto, questo tipo di dolori qui, semplicemente, non esistono. Ripeto: non esistono. Via, nulla, mai. In nessun momento dell’anno, del mese, del giorno. Mai. Quando il loro trabiccolo si smuove non è certo dolore che provano. Quando la nostra fabbrica si mette in moto per i controlli periodici… Non tutte noi, non tutte con la stessa intensità, ma ciò che arriva è dolore. Tralasciamo tutta la meravigliosa questione della gestazione e del parto: un procedimento primitivo male adattato alle smisuratamente cresciute capacità craniche della specie homo sapiens. Ecco perché la vostra gattina sforna 4 cuccioli cicciotti con giusto due miagolii di sofferenza e vostra madre ancora a 70 anni può ripercorrere tutte le fasi del suo travaglio, che conclude puntualmente con: – Oh ma sono dolori che poi scordi subito quando lo vedi!-

Mamma, parliamone, com’è che son dolori che scordi subito e tu sei ancora qui a ricordarti le contrazioni una a una? Eh?! Dai! Femmina sì, ma scema no!

Leggendo questo pistolotto avete avuto due pensieri:

1 – ok, l’autrice è in quel periodo lì

2 – ma non esistono farmacie e antidolorifici?

3 – poveretto il suo ragazzo

Sì, ho detto due pensieri e ne ho scritti tre… Cercate rogna??? Grrr

Adesso vado a farmi una passeggiata e cerco una farmacia* e … Il mio ragazzo tiene i capelli lunghi per non fare scivolare l’aureola. Perché oltre a provare dolore fisico finisco per avercela con lui perché: uomo, gentile/indifferente, sdolcinato/freddo, distante/sta per arrivare, parla troppo/non dice niente, manda bacini/non li manda… detesto essere irrazionale e nonostante tutto una voce nella mia testa dice: – Ma no! Non sei tu! Hai ragione a fare così! – poi quando attacca col complotto mondiale perde di credibilità e io mi profondo in scuse interminabili col poveretto, al termine delle quali penso che però, forse, ecco… Del tutto torto no. Va bene, lavo i denti, mi vesto e vado =_=

 

* nda: non tengo antidolorifici in casa perché andando in palestra tutti i giorni non ne avevo più bisogno, ma la palestra a metà agosto è chiusa

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s